Via da WordPress?

, ,
wordpress

Da almeno un paio d’anni, sia per i siti basati su WordPress che per gli altri, si dice che il contenuto è il re, “content is king”. Ma con la diffusione capillare dei dispositivi mobili di navigazione e con la sempre crescente concorrenza presente in tutti i settori lavorativi, la situazione si è un po’ modificata.

Uno dei parametri più importanti per gli algoritmi di classificazione di Google è la velocità del sito. Quindi un sito veloce, a parità di contenuti, si piazzerà meglio su Google rispetto ad un sito più lento.

A questo punto iniziano i problemi. WordPress è una grande piattaforma che ormai si può usare per un numero vastissimo di tipologie di siti, ma come siamo messi a prestazioni in termini di velocità?

Male, no bene….dipende!

Possiamo subito dire che per sua stessa natura un sito WordPress non potrà mai essere veloce come un sito fatto su misura in PHP (stesso linguaggio usato per WordPress). Non è una questione di preferenze, è così perché WordPress, essendo molto flessibile, è composto da moduli standard che vanno a ingrandire la dimensione delle pagine anche quando non vengono utilizzati. Se poi ai moduli standard aggiungiamo magari qualche plugin per avere funzionalità extra, la cosa si accentua ancora di più.

Utilizzando un tool per la misurazione della velocità dei siti (Pingdom – https://tools.pingdom.com) il nostro sito aziendale basato su WordPress ha impiegato in media 1.8 secondi a caricare la homepage completa.
Un (vecchio) sito fatto su misura per un cliente anni fa, pur avendo anch’esso parecchie immagini in homepage, ha però impiegato 0.8 secondi a caricare la homepage. Meno della metà del tempo!

Sì, 1.8 secondi è comunque un buon tempo, anche in questo momento storico di siti super veloci.  Nella maggior parte dei casi però, i siti che vediamo fatti con WordPress sono più nell’ordine dei 4-6 secondi per il caricamento delle pagine, con picchi che arrivano anche a 8.

Dovete abbandonare WordPress per questo? No.

A meno che non abbiate esigenze di velocità particolarmente elevate (soprattutto con alti volumi di traffico), potete usare WordPress senza problemi ma con alcuni accorgimenti.

Beh, diciamo che a parte rivolgervi a dei professionisti (tipo noi, tremendo marchettone!), potete provare a eseguire le seguenti manovre:

  1. Limitate il numero dei plugin installati. Tenete pulita l’installazione eliminando tutto quello che non vi serve e cercate comunque di usarne il numero minore possibile. Tra l’altro andrete ad aumentare anche la sicurezza del sito.
  2. Limitate il numero di plugin in funzione. Ci sono certi plugin che non necessitano di funzionare sempre. Un tipico esempio sono quelli che controllano che i link siano funzionanti (tipo Broken Link Checker). Quando aggiornate il vostro sito (Cioè spesso! Mi raccomando!) attivatelo e fatelo girare, se è tutto a posto poi disattivatelo. Questo tipo di plugin consuma molte risorse di sistema, che su un hosting condiviso vuol dire rallentare il sito.
  3. Ottimizzate SEMPRE le immagini per internet. Se potete fate in modo che si carichino in maniera progressiva, così che non si veda mai uno schermo bianco mentre la vostra pagina si sta caricando nel browser. Se potete utilizzate Photoshop, ma esistono anche buoni tool gratuiti (tipo questo: http://luci.criosweb.ro/riot/download/)
  4. Se avete un hosting condiviso, cercate di non infilarci troppi siti. Altrimenti scatta la limitazione delle risorse macchina.
  5. Usate plugin di caching per velocizzare il caricamento delle pagine.
  6. Esistono plugin per la velocizzazione dei siti wordpress. Provatene qualcuno (o scriveteci per un consiglio). Eseguono alcune operazioni per ottimizzare lo scaricamento dei fogli di stile css e dei Javascript, andando ulteriormente a velocizzare il sito.

Tutti questi consigli  vi daranno ciascuno dei guadagni marginali di velocità, che però andando a sommarsi faranno la differenza per la velocità complessiva del vostro sito WordPress, e quindi per il vostro posizionamento. Il contenuto è sì il re, ma a meno che non abbiate dei contenuti che sono i più originali al mondo sugli argomenti che trattate, nessuno aspetterà 10 secondi per poterli leggere.

Meglio ottimizzare!

By INFINITY